mercoledì 7 aprile 2010

Ancora su Greespan, la Fed, le bolle e i mercati (in)efficienti.

Greenspan difende le proprie azioni come governatore della Fed davanti
alla commissione di inchiesta sulle cause della crisi finanziaria: secondo il New York Times

In his testimony, an unflinching Alan Greenspan fended off a barrage of questions about the Fed’s failure to crack down on subprime mortgages and other abusive lending practices during his lengthy tenure.

He pointed out that the Fed had warned about subprime lending and low-down-payment mortgages in 1999, and again in 2001. And he argued that if the Fed had tried to slow the housing market amid a “fairly broad consensus” about encouraging homeownership, “the Congress would have clamped down on us.”


Molti commentatori non sono dello stesso avviso, ecco qui sotto l'opinione di Lowenstein da TechTicker


La fede di Greenspan nell'efficienza dei mercati non è certamente isolata ma  il dibattito
sull'efficienza dei mercati è diventato molto vivace. In questo video dell'Economist
Justin Fox, autore di The Myth of the Rational Market passa in rassegna molti dei punti di discussione,
incluse le (disastrose) conseguenze per la gestione del rischio di una fede troppo convinta (e magari non abbastanza disinteressata) nell'efficienza.



Aspettando una nuova sintesi...si riscrivono i libri di macroeconomia.

1 commento:

giovanni.gambino ha detto...

credo che persone come greenspan abbiano poco da dire in fatto di tesi economiche...ricordate quando diceva che erano riusciti a fermare il ciclo economico?