mercoledì 8 dicembre 2010

Tendenza, pendenza e l'ordine in classifica: una prima serie di FAQ su Alfa o Beta?

Alcuni lettori mi chiedono chiarimenti e spiegazioni sulla classifica che settimanalmente pubblico su Alfa o Beta? In questo post provo a rispondere ad alcune delle domande più frequenti:


1. Come viene determinato l'ordine in classifica degli asset? 
Ogni settimana viene calcolato il rapporto tra l'indice corrispondente e la sua media mobile di medio periodo (intorno ai 200 giorni). Questo rapporto viene confrontato con la serie storica disponibile (che dipende dall'asset, per l'indice S&P500 risale fino al 1950, negli altri casi si hanno a disposizione 10 anni o meno) e si calcola il percentile corrispondente al rapporto. Ad esempio se il rapporto è superiore al 90% dei rapporti calcolati a partire dalla serie storica il valore assegnato è 0.9. L'ordine in classifica degli asset è quindi ottenuto ordinando questi percentili dal più alto al più basso.


2. Come si determina se la tendenza di un asset è positiva/negativa?
Un asset ha una "tendenza" (trend) di medio periodo positiva se la chiusura settimanale dell'indice corrispondente è superiore alla media mobile di medio periodo, in caso contrario la tendenza sarà negativa. Analogamente il confronto con una media mobile di breve periodo (intorno ai 50 giorni) determina se la tendenza di breve periodo è negativa o positiva.


3. Come si determina se la pendenza di un asset è positiva/neutra/negativa?
Per calcolare la "pendenza" (slope) di medio periodo di un asset si confrontano le medie sulle ultime  5 e 20 sedute borsistiche della variazione giornaliera delle media mobile di medio periodo con le medie corrispondenti calcolate la settimana precedente. Se in entrambi i casi le pendenze sono in aumento/diminuzione la tendenza è rispettivamente positiva/negativa, se i risultati secondo le due metodologie non sono in accordo allora la tendenza è neutra.

Il procedimento può sembrare complesso ma è in realtà molto semplice: se indichiamo con p_t  il valore dell'indice nel giorno t e con m_t la media mobile pure calcolata il giorno t, si pone s_t=m_t-m_{t-1} e si calcolano le medie s5_t=(s_t+s_{t-1}+...+s_{t-4})/5 e s20_t=(s_t+s_{t-1}+...+s_{t-19})/20. Si procede poi al confronto di s5_t e s20_t rispettivamente con s5_{t-5} e con s20_{t-5}: la tendenza sarà positiva se s5_t > s5_{t-5} e s20_t > s20_{t-5}, negativa se al contrario si ha s5_t < s5_{t-5} e s20_t < s20_{t-5} e neutra in tutti gli altri casi.

Per calcolare la pendenza di medio periodo la media mobile m_t utilizza gli ultimi  200 giorni (ovvero m_t=(p_t+p_{t-1}+...+p_{t-199})/200) , per calcolare la pendenza di breve periodo si usano gli ultimi 50.


4. Come sono costruiti i portafogli top 2 e top 3?
La top 2 investe solo nei due asset che occupano i primi due posti nella classifica settimanale, dividendo il capitale disponibile a metà tra di essi. La top 3 solo nei primi tre asset, dividendo il capitale in parti uguali. Ogni settimana si controlla se le posizioni in classifica sono mutate oppure no e si cambiano gli asset in portafoglio di conseguenza.

5. Come sono calcolati i rendimenti dei portafogli top 2 e top 3?
I rendimenti settimanali delle strategie sono calcolati a partire dai valori pubblicati settimanalmente su Alfa o Beta? ma convertiti in euro per gli asset denominati in dollari U.S.A. e sono le medie artimetiche semplici dei rendimenti degli asset in portafoglio la settimana precedente.

8 commenti:

pacu83 ha detto...

Grazie professore, alla fine l'ha messo.

Anonimo ha detto...

Buongiorno, le chiedo se puo dare indicazioni sulla formula per il foglio elettronico per calcolare il percentile dell'ultimo dato di una serie storica.
Grazie e complimenti per il blog che e' molto interessante.
Renato

Stefano Marmi ha detto...

Caro Renato,
forse questo link può esserle utile

http://office.microsoft.com/it-it/excel-help/percent-rango-HP005209212.aspx

Paolo Losi ha detto...

Puo spiegare come mai il criterio per confrontare le asset class non è basato sulla forza relativa ma su quanto ogni asset class performa meglio rispetto alla sua sola storia?

Usando il percentile della storia della specifica asset class non si rischia di selezionare asset class che performano bene rispetto alla loro storia ma performano male (o comunque non ottimamente) rispetto alle altre?

lorenzo ha detto...

Mi permetto di segnalare "un" sito della strategia di Mebane Faber che credo non sia stato citato un questo favoloso blog - complimenti prof. -

DSHORT
strategia

papers


Complimenti ancora
Lorenzo

lorenzo ha detto...

Mi permetto di segnalare "un" sito della strategia di Mebane Faber che credo non sia stato citato un questo favoloso blog - complimenti prof. -

DSHORT
strategia

papers


Complimenti ancora
Lorenzo

Anonimo ha detto...

"...Ogni settimana si controlla se le posizioni in classifica sono mutate oppure no e si cambiano gli asset in portafoglio di conseguenza...."
Quindi si disinveste da un asset e si investe nell'altro?
Ciò avviene alla chiusura del venerdì o all'apertura del lunedì?
Qual'è il punto di cambio assets?
saluti
grazie
claudio

Stefano Marmi ha detto...

Caro Claudio,

si se ci sono cambiamenti nei primi due o tre posti in classifica si procede a vendere gli asset che non compaiono più e si comprano quelli che li hanno sostituiti. Nei calcoli che settimanalmente riporto viene usata la chiusura del venerdì ma non ci sono grandi cambiamenti se si usa l'apertura o la chiusura del lunedì.

L'idea è di sfruttare l'effetto momento, una delle più note e solide "anomalie" dei mercati: per esempio ne parlo in questo post

http://alfaobeta.blogspot.com/2011/01/che-la-forza-relativa-sia-con-te-il.html